Chi sono

2 marzo 2014 / BIOGRAFIA /
Ritratto_Valdi_2018

Valdi a lavoro  foto Roberto Sabatino

 

 

Nasco a Ceglie Messapica (Brindisi) nel 1961.

Trascorro la mia infanzia in Puglia a Grottaglie (TA), località nota per le produzione della ceramica artigianale e artistica, frequentando l’ambiente creativo ed intellettuale dell’area pugliese e non solo sin da giovanissimo, grazie a mio padre, l’artista Osvaldo Spagnulo.

Nel 1973 con la famiglia mi trasferisce a Milano, aprendomi all’ambito europeo con viaggi in Francia, Germania, Svizzera, e iniziando studi artistici dapprima al Liceo di Brera, poi alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, dove mi laureo nel 1984.

Parallelamente, l’inizio degli anni Ottanta segna il mio esordio come pittore e l’avvio di una fitta attività espositiva, fra cui  segnalo le lunghe collaborazioni dapprima con la Galleria delle Ore di Giovanni Fumagalli, poi con Spaziotemporaneo di Patrizia Serra, oltre a numerose altre personali e partecipazioni a collettive presso altri spazi espositivi.

Nel 2001 ricevo il primo Premio per la Pittura dell’Accademia di San Luca a Roma.

Di me hanno scritto, nel corso degli anni: Rossana Bossaglia, Luciano Caramel, Luigi Cavadini, Claudio Cerritelli, Marina De Stasio, Elena Di Raddo, Rachele Ferrario, Lorenzo Fiorucci, Sara Fontana, Matteo Galbiati, Kevin Mc Manus, Luca Pietro Nicoletti, Sandro Parmiggiani, Francesco Poli, Elena Pontiggia, Franco Solmi, Alessandro Trabucco, Miklos N. Varga, Alberto Veca e Giorgio Zanchetti.

Mie opere figurano in collezioni pubbliche fra cui l’Accademia di San Luca (Roma); collezione Intesa Sanpaolo (Milano); Museo della Permanente (Milano); Museo della Biennale di Gubbio (Gubbio).

Vivo e lavoro principalmente a Milano ove svolgo l’attività di docente per la disciplina di Tecniche e tecnologie delle arti visive nel Dipartimento Arti Visive – Corso Propedeutico e Scuola Artefici e Nudo presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.

SCARICA LA BIBLIOGRAFIA

10

0 Comments

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un Commento